Borse Moda 2023 di brand nuovi – Marie Claire

“Un lusso che non risiede nel logo nel nome o nella marca, ma nella cura e nella selezione di dettagli esclusivi e inediti”. La fashion editor e stylist Giorgia Imbrenda ha deciso di intessere nel 2022 le basi di HÁCANTO, brand indipendente, sostenibile e multifunzionale. La prima borsa (scommettiamo it-bag del futuro molto prossimo) presentata quest’autunno è ispirata alla struttura dei capitelli corinzi (da qui il nome Vaso) ed è un ibrido di pellami recuperati. “Vengono infatti utilizzate solo pelli di recupero, leftovers dell’industria italiana, e la produzione pianificata di conseguenza e in base ai materiali che reperiamo”, racconta la founder del brand. “Per questo motivo tutte le borse vengono prodotte in quantità limitata e le varianti colore cambiano spesso e non possono essere ripetute”.
@hacanto_
Dalla paglia di Vienna al rattan ricordo delle tradizioni del Sud, Studio Sarta è il brand di borse realizzato interamente a mano da artigiani palermitani e immaginato da Giorgia Gaeta, architetto e stylist siciliana. Reinterpretare l’artigianato italiano in chiave moderna e accuratissima è «l’ethos dell’azienda», che mescola funzionalità metropolitane a dettagli sofisticati, fascino per il passato e cura per il futuro, scelte sostenibili in primis.
@studiosarta
“Ogni prodotto è un pezzo unico”. Potrebbe essere tanto un epilogo quanto un potente prologo il manifesto creativo di Lisa Lionello, freelancer makeup artist e mamma, come si definisce lei stessa, di LL Studio, brand di moda sostenibile meticolosamente fatta a mano a partire da deadstock di tessuti preziosi. Come l’organza di poliestere riciclato “tra l’altro molto più resistente di quella di seta”, precisa, con cui realizza alcune delle sue micro bag, intrecciate secondo la sua personale trinità valoriale: “materiali, cura e dedizione al tempo di realizzazione”.
@elle____studio
“Ha cento inizi e infiniti esiti possibili. Studio Preliminare non è un brand ma un progetto- laboratorio spontaneo», racconta la sua ideatrice Anna Castellazzo. Mossa da un’urgenza creativa sfociata in oggetti sinceri, ha immaginato una collezione di borse a-temporali “che dichiarano la propria identità di opere aperte nell’immediatezza della loro essenzialità”. “Studio Preliminare si sostiene sull’idea che la leggerezza – la qualità di ‘planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore’ – sia centrale per un progetto di moda non costretto dai tempi della moda stessa. Capi e accessori sono dunque soluzioni veloci ai possibili ostacoli, risposte immediate e dirette che non hanno bisogno di essere studiate, semplicemente si capiscono a pelle, si vivono”.
@studiopreliminare

source

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Solo prodotti Italiani
Logo
Reset Password
Shopping cart