Escursioni Autunnali: Ecco 5 mete uniche in tutta Italia da non perdere assolutamente! – My Luxury

L’autunno è la stagione ideale per fare delle escursioni meravigliose, in luoghi inediti che non terremo mai in considerazione per un vacanza estiva o invernale. Sono posti, solitamente, immersi nella natura, che si colorano in autunno mostrando una vita meravigliosa. Ecco per voi alcune mete imperdibili per un’escursione indimenticabile!
Escursioni Autunnali: Ecco 5 mete uniche in tutta Italia da non perdere assolutamente!
L’autunno, se da un lato ci mette un pò di tristezza perché le giornate si accorciano, il freddo vince sul caldo, iniziamo a fare i conti con i maglioni, dall’altra, lo sappiamo, è una stagione molto affascinante per i suoi colori, per la possibilità di fare ancora delle attività all’aria aperta e per concederci qualche week end di vacanza. Non serve andare troppo lontano perché in Italia ci sono dei posti che vanno proprio visti in autunno per essere amati. Scopriamo insieme alcune escursioni autunnali per una breve vacanza in questi mesi…
oasi zegnaLa natura è una grande complice per il nostro umore, grazie ai suoi colori, ai suoi profumi riesce ad infonderci serenità e benessere e, in autunno, concedersi una escursione in un posto dove la natura è grande regina può regalarci un’esperienza davvero incredibile. Il Bosco del Sorriso è un luogo magico e incantato che si trova vicino Biella, nel cuore dell’Oasi Zegna, una meta ideale per fare trekking esperienziale dove la bellezza degli alberi che prendono dei colori stupendi, si uniscono agli odori e ai suoni della natura. Questa escursione è una bella esperienza da fare anche in famiglia con i bambini, che saranno davvero felici perché entrare nel Bosco del Sorriso sembrerà di essere in un bosco delle fiabe. Lungo il percorso si trovano gli ometti di pietra che indicano i punti più importanti del luoghi, e dei libroni di legno dove si raccontano gli alberi e leggende del bosco. La cosa inedita di questo bosco è che qui si può fare “il bagno nella foresta”, perché nel percorso si trovano dei pannelli che sfruttano le onde elettromagnetiche degli alberi per emanare benefici sia fisici che per l’anima, quindi anche i grandi ameranno questo posto.
Una parte dell’Italia da visitare in autunno è l‘Irpinia, la zona della Campania che si trova in provincia di Avellino che, spesso dimenticata come meta turistica, è invece davvero splendida come terra. Borghi e casali si innestano nella natura selvaggia ricca di boschi e sorgenti, dando vita ad uno spettacolo unico. Questa terra era occupata nell’epoca romana dal bellicoso popolo degli Irpini che adoravano il lupo, animale ancora oggi molto presente in quelle montagne. La visita può partire da Avellino località ricca di storia con edifici architettonici di notevole rilevanza e può proseguire per i borghi. Da visitare c’è Ariano Irpino, famoso centro ricco di musei e di artigianato della maiolica, Solfofra, famosa per la concia delle pelli e poi addentrarsi nel paradiso dei borghi. Molti sono quelli che fanno parte del circuito dei Borghi più belli d’Italia:  Monteverde, Savignano Irpino, SummonteZungoli ognuno a qualcosa di bello da proporre. Nel vostro giro deve esserci una tappa a Nusco, soprannominato proprio il Balcone dell’Irpinia.
La Ciociaria è la zona più autentica del Lazio, quella ricca di storia, di bellezze naturalistiche, il territorio che propone una serie di luoghi bellissimi e può diventare una meta straordinaria per un’escursione autunnale, un’esperienza per chi ama unire alla storia del territorio la buona cucina. Se siete amanti dei Castelli, qui ne potete davvero trovare molti da visitare: dal Castello Cantelmo arroccato su una collina rivestita di uliveti, alla Rocca Sorella, la fortezza della città di Sora, per finire Castello di Monte San Giovanni Campano uno dei castelli più interessanti e più maestosi della parte meridionale del Lazio. Se vi piace conoscere i borghi qui avete l’imbarazzo della scelta da Alatri, ad Anagni, da Ferentino a Isola del Liri, ogni luogo ha qualcosa di architettonico da unire alle bellezze naturali. Se invece vi interessano località più grandi potete concedervi una giornata di relax a Fiuggi alle famose terme o potete scegliere la località autentica di Frosinone. Tutte le vostre escursioni possono essere ben condite da una bella esperienza enogastronomica: dall’abbacchio al pecorino di Picinisco, dal Prosciutto di Guarcino alla torta di ricotta con ciliegie il tutto ben accompagnato da un ottimo cesanese vi renderà la giornata davvero piacevole.
 
 
Un post condiviso da Parco Incisioni Rupestri (@parcoincisionigrosiogrosotto)

Visitare la Valtellina, in autunno può essere un’esperienza davvero unica perché ogni escursione vi permette di andare sulle tracce della storia, di artisti o di personaggi illustri. Ognuno dei suoi 78 borghi, infatti, ha un segno del passato. Una bella escursione da fare è quella al Parco delle incisioni rupestri, un parco che rappresenta il primo parco archeologico italiano dove sono presenti incisioni preistoriche e protostoriche della Valle Camonica. Esso si estende tra Grosio e Grosotto e al suo interno sono presenti 104 rocce levigate dai ghiacciai con presenti raffigurazioni di arte rupestre. Questo luogo fa parte dei siti dell’UNESCO, appunto per essere l’esempio del arte rupestre che si era sviluppata in Valle Camonica. Il parco è talmente affascinante che restò nel cuore anche di Leonardo Da Vinci tanto da avere descritto questi luoghi in un suo scritto.
Il Castello di Petroia è quel posto dove andare a cercare la pace. Se, dunque, volete staccare la spina, non pensateci nemmeno un attimo mettetevi in macchina per spostarvi verso l‘Umbria. Questo castello, che si è trasformato nel tempo in un relais, offre tutto quanto di possa proporre per fare un’esperienza indimenticabile immersi nella natura. Il Castello di Petroia è un antico maniero costruito nell’undicesimo secolo che si trova tra Perugia e Gubbio. Qui nel 1442 è nato Federico da Montefeltro, grande signore del Rinascimento, qui, una volta oltrepassato il cancello si entra in un luogo magico di prati di boschi, si alberi secolari. Qui tra i 23 km di sentieri che lo circondano non sarà difficile incontrare volpi, cerbiatti, scoiattoli e molte razze di uccelli popolano indisturbati i boschi. Qui, se amate andare a caccia di tartufi, non stenterete a trovarne. Parlando poi delle città di Perugia e Gubbio, c’è da dire che qui le due città si ricongiungono al Percorso Francescano per la Pace.

source

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Solo prodotti Italiani
Logo
Reset Password
Shopping cart