Nino Calzona: l'artigianato ad incisione nel cuore di Catania – itCatania

Nino Calzona, maestro dell’arte dell’incisione
Registrati o fai login.
Vi sono figure che, coi loro laboratori e botteghe, rievocano la manualità d’un tempo. Persone che portano avanti il lavoro con le mani, aspetto identitario della realtà antecedente l’industrializzazione. Nino Calzona è un orefice di Catania che applica la tecnica ad incisione per realizzare gioielli, targhe e oggetti reali.
L’arte del bulino è molto antica, risale al ‘500, nel corso dei secoli si è affinata. Per apprendere l’oreficeria ad incisione ci si è sempre recati dal mastro. Nino Calzona si accosta a questo all’età di sette anni per volere del padre, il quale ha teso ad evitare che il figlio prenda cattive strade. Inizialmente si è trattato di un’attività senza nessuno slancio per lui, poi col tempo sono emerse dedizione e passione. Il padre di Nino Calzona ha iniziato a dieci anni a lavorare come garzone in un’oreficeria; in seguito apprende la tecnica dell’incisione. Egli instaura un legame stretto col figlio del principale, un rapporto di fratellanza. Alla morte di questi i due uomini hanno deciso di fare società, continuando l’attività della bottega orafa in via Sangiuliano. Un mestiere manuale a cui Nino Calzona ha dedicato tutta la vita e che svolge dal più profondo delle sue inclinazioni ed emozioni.

I materiali più adoperati sono oro, argento e ottone per la modelleria. L’attrezzatura può risultare semplice e rudimentale, ma è quella classica per incidere le creazioni. Bulini metallici (a punta, tondo, piatto, quadrato), lime, archetto e trapano (unico affare elettrico) la caratterizzano. Si fonde il materiale nel crogiolo (un piccolo casotto) e si fa colare nella piastra, in cui vi si attribuisce la misura necessaria. Se si vuol dare al materiale una forma più sottile, occorre lasciarlo passare in delle fessure; in entrambi i casi poi avviene la fusione poco sotto i 1000 °C, in dieci minuti. In seguito il materiale di passa lungo il laminatoio per dare alla lastra il giusto spessore. Si prepara la base, in cui avviene prima il disegno a matita, che costituisce uno schizzo rispetto al possibile effetto dell’incisione e/o traforo. Quest’ultimo consiste in una lama sottile che taglia il materiale.
A causa dell’industrializzazione sempre più incalzante nel corso dei decenni e oramai prevaricante, l’arte dell’incisione tende ad essere dimenticata. Ma Nino Calzona, col suo lavoro meticoloso, vuol trasmettere il valore dell’incisione a bulino, più dell’oreficeria in se stessa. Un’attività che rimanda ad un’altra dimensione, quella delle botteghe artigianali identitarie per una città. Esse riconducono ad un’atmosfera peculiare rispetto a colori, suoni, odori, quella del contatto diretto coi materiali. Il risultato del lavoro fatto a mano costituisce sempre un pezzo unico, irripetibile, per quanto si cerchi di crearne un altro uguale. L’artigiano acquisisce l’abitudine di arrangiarsi, di creare tutto da sé e quindi di imparare e reinventarsi continuamente.

Egli presso il suo laboratorio, in via Etnea 55, organizza corsi singoli per chi vuol apprendere l’incisione. Gli apprendisti, nell’arco di 8-10 giorni, imparano questa tecnica, poiché si fa esperienza diretta e pratica con attrezzi e materiali. Dopodiché qualcuno resta qualche altro giorno per affinare quanto assimilato; altri, invece, ogni tanto si recano in laboratorio per migliorarsi sempre più. Emerge uno scambio reciproco tra Nino Canzona e gli apprendisti, con un rapporto paritario e di amicizia. L’artigiano è riuscito ad instaurare una relazione fondata sull’autorevolezza con chi segue i corsi. Nella pagina Facebook Corso intensivo di incisione a bulino si trovano le attività svolte da a con gli apprendisti. Il profilo, sempre su Facebook, di Nino è Antonio Calzona (ArtigiaNino incisore). Un uomo che crede nell’importanza della manualità, poiché è sia stato il lavoro di una vita, sia lo ha sempre svolto con passione. Questa è caratteristica indispensabile per gli artigiani nelle loro realizzazioni.

Un cannolo dei record, lungo oltre 21 metri, quello realizzato dai membri di Ristoworld Italy nella città di Caltanissetta domenica…
Sapevate che nell’area etnea sono conservate due copie della Sacra Sindone? Ciò è avvenuto grazie alla persona di padre Innocenzo…
Festa rossazzurra per presentare i giocatori e le nuove maglie. Un vero e proprio bagno di folla presso lo Stadio…
La pasta cipudduzza e pumaroru è uno dei piatti della tradizione contadina ormai persa. Vi sveliamo la ricetta tradizionale. Pasta…
In occasione dell’edizione 2022 del Bellini International Context , sulla facciata liberty del Teatro Massimo Bellini, è stato proiettato un…
Parco Madre Teresa di Calcutta. Il sopralluogo da parte del terzo municipio per la riqualificazione dello spazio verde con accesso…
La bellezza catanese è riuscita a conquistare l’Italia. Walter Zappalà e Giulia Vitaliti, entrambi 23enni di Catania, sono riusciti a…
Paolo il caldo, pellicola dirompente Fonte Facebook
Per la Festa della Madonna di Ognina 2022 si svolgerà l’intero programma. La processione si terrà sia per le vie…
La vitale e colorata pescheria di Catania, da alcuni anni resa ancor più bella dalle installazioni artistiche, trova spazio nel…
Bellini International Context. Una rassegna multidisciplinare dedicata all’opera e alla figura del Cigno catanese Vincenzo Bellini. Dall’1 settembre al 2…
Come vivono i ragazzi “impegnati” quotidianamente nella malavita di quartiere? Nicola Alberto Orofino con la scrittura di Roberta Amato ha…
Comunicato stampa Si apre il 23 settembre 2022 al Museo Civico Archeologico di Bologna…
Matera ospita il Congresso eucaristico nazionale che inizierà il 22 settembre prossimo, alle 17:30…
In Sicilia, la fine dell’estate coincide spesso con la raccolta delle mandorle, o come…
Piante selvatiche in cucina, sono davvero tantissime. Pensiamo alle costine di levistico, foglie di…
Nasce Calabria Showcase, un progetto di Fondazione Politeama Città di Catanzaro. Dal 22 settembre…
Cineincontriamoci e la guest star Manuela Arcuri. Mattia Scaramuzzo, acrese d’origine e romano d’adozione,…
Lavatoi di Frosinone da riscoprire, restaurare e “vivere”. In un territorio come il nostro,…
La Torta Paradiso es un plato dulce tradicional y muy característico de la pastelería…
Esta es la primera vez en la historia en que una jugadora de futbol…
 Funerali della regina Elisabetta, re Carlo III accoglie a Londra oltre 200 leader e…
La Maddalena è l’isola maggiore dell’omonimo arcipelago composto da 60 isole e isolotti, situata…
Dal primo ottobre 2022, gli autobus maltesi saranno gratis per tutti i residenti possedenti…
La rete degli italiani nel mondo

Iscriviti ora per ricevere la newsletter di italiani.it
Inserendo il tuo indirizzo email acconsenti esplicitamente a ricevere le newsletter di italiani.it, o notifiche e aggiornamenti straordinari sempre da italiani.it. Tratteremo il tuo indirizzo con rispetto e non lo forniremo a nessuno che non sia italiani.it o Mailchimp, responsabile di questo servizio. L’informativa più estesa sulla privacy la trovi qui.

Copyright ©2022 – Italiani.it è edito da “italiani.it SRL” società a responsabilità limitata ( P.IVA 03713600793 )
registrata come testata giornalistica presso il tribunale di Lamezia Terme n. 4/17 del 19 ottobre 2017. Dir. Resp. Maria Scaramuzzino
Ti serve un account? | Hai dimenticato la password? Ripristina ora
Registrati se hai “l’Italia nel cuore”
Registrati con il tuo account social preferito
oppure crea il tuo account riempiendo i dati richiesti qui sotto
Hai già un account?
Remembered the password?

source

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Solo prodotti Italiani
Logo
Reset Password
Shopping cart