Un tableau vivant improvvisato. Gli highlight dell'asta di arredi e dipinti antichi de Il Ponte – ArtsLife – ArtsLife

Collezione privata modenese
Cuore e punto di partenza della vendita è una prestigiosa Collezione privata modenese. Particolare non solo per l’ampiezza (200 beni), ma soprattutto per la concentrazione di opere emiliane di cui si compone.
Numerosi sono infatti i mobili antichi che, ricoprendo un vasto arco temporale che va dal XVI al XIX secolo, riflettono stilemi e influenze particolarmente apprezzati nel Ducato di Modena: dal seicentesco tavolo bolognese in noce di forma rettangolare e tre cassetti
sottopiano (lotto 268, stima € 4.200 – 4.400), alla credenza in noce sempre di forma rettangolare con fronte e fianchi decorati a borchiature (lotto 269, stima € 6.000 – 7.000), per proseguire con la specchiera in legno intagliato e dorato con decoro a volute e fiori (lotto 206, stima € 1.200 – 1.400) e culminare nella pregiata ribalta lastronata e filettata in legni vari del XVIII secolo (lotto 276, stima €
18.000 – 20.000).
Capitolo metalli: pregiato il gruppo di quattro candelieri finemente cesellati dall’argentiere Giuseppe Brusa (lotto 275, stima € 6.500 – 7.000). Dalla loro austera eleganza alla sgargiante cromia della collezione di sfere in marmi, quarzi e pietre dure. La stessa che, almeno in parte, si ritrova nella selezioni di dipinti. Anche qui marcata l’influenza emiliana. A spiccare è Gaetano Gandolfi, con un’inedita Madonna con Bambino del 1763 (lotto 278, stima € 26.000 – 28.000). Segue un olio su tavola raffigurante una Madonna con Bambino e San Giovannino di Maestro toscano del secolo XVI (lotto 277, stima 19.000 – 20.000) e la coppia di architetture di Maestro fiammingo operante in Italia nella metà del secolo XVII (lotto 274, stima € 4.200 – 4.400).
Una sorta di tableau vivant improvvisato
I numerosi highlight che segnano la successiva selezione di lotti spaziano dagli argenti alle porcellane, dai dipinti agli strumenti musicali, dai tappeti alle maioliche. Proposta eterogenea che stimola incontri previsti ma anche accostamenti sorprendenti. Sarebbe così assurdo, per esempio, affiancare gli albarelli da farmacia, bocce e bottiglie realizzati a Venezia nella celebre fornace cinquecentesca di Mastro Domenico (lotto 349, stima € 2.000 – 2.200) con la zuppiera con punzoni di Londra dell’argentiere Benjamin Smith II (lotto 371, € 4.500 – 5.000)? E tra loro il centrotavola con fondo a specchio in stile japonisme dell’argentiere milanese Ilario Pradella (lotto 351, stima € 1.200 – 1.400).
Tavola preziosissima al quel potrebbe sedere, in una sorta di tableau vivant improvvisato, il raro automa del XVII secolo del famoso costruttore di Augusta Johann Ott Halleicher ispirato al Leone alato di San Marco (lotto 420, stima € 6.000 – 7.000). Ai suoi piedi un tappeto francese Aubusson di metà Ottocento (lotto 734, stima 3.300 – 3.500). E lì, poco di fianco, per allietarsi ha a disposizione un fortepiano a tavolo di Johann Fritz del secondo decennio del XIX secolo (lotto 772, stima € 4.000 – 5.000) e una viola di Gabriele Natali del 1987 (lotto 776, stima € 4.500 – 5.500).
Tutt’attorno, alle pareti, capolavori della pittura antica. A partire da Bartolomeo Guidobono con Sacra Famiglia e San Giovannino (lotto 425, stima € 16.000 – 17.000), Vincent Malò con Lapidazione di Santo Stefano (lotto 417, stima € 12.000 – 15.000) e Simone Barabino con Martirio di San Lorenzo (lotto 419,  stima € 8.500 – 9.000).
Dal Seicento lombardo arriva la tela Cristo e l’adultera di Giuseppe Nuvolone (lotto 413, stima € 15.000 – 18.000). Il tema del paesaggio è rappresentato da due capolavori di Domenico Pecchio (lotto 403, stima € 7.000 – 8.000).
Di uno sconosciuto Maestro del nord Europa del XVI secolo un Ritratto virile (lotto 424, stima € 18.000 – 20.000). Al sui fianco il Ritratto di Giuseppe Cristiano Gabaleone, conte di Salmour, firmato e datato 1791 da Jacques Sablet (lotto 426, stima € 10.000 – 12.000).
Top lot assoluto un secrétaire di Giuseppe Maggiolini, riccamente intarsiato in noce e abete (lotto 423, stima € 52.000 – 54.000).
07 Giu 2022 10.30 am
Lorenzo Marini è protagonista alla Galleria Gracis di Milano con Alphatype2022. Venti opere raccontano…
07 Set 2020 1.30 pm
Fotografie provocatorie, sognanti e surreali. A Milano, la Fondazione Sozzani ospita la mostra Ren Hang,…
27 Gen 2016 9.59 am
Uno dei più importanti lavori di Alberto Burri – un capolavoro color sangue della sua serie più…
01 Apr 2020 10.30 am
Avrà anche le porte chiuse, la marina bastianello gallery, ma la sua attività non si ferma. Da lunedì…
07 Giu 2021 5.00 pm
Fra il 16 e il 19 settembre Miart sarà la prima fiera d’arte a tornare in presenza in Europa, dopo…
08 Gen 2015 12.45 pm
In mostra ad Hong Kong dal 9 al 12 febbraio gli highlights dell'asta Impressionist & Modern Art di Sotheby's…
ArtsLife © – tutti i diritti riservati – registro stampa del Tribunale di Milano n° 457 del 17-07-2008. Editore: WE WEB COMPANY S.r.l. | P.IVA 03839010968 | R.E.A.: MI­1705051 | R.O.C. Registro Operatori Comunicazione n° 17753. Copyright 2007-2022, ArtsLife.com is property of WE WEB COMPANY S.r.l. capitale sociale 10.000 € i.v.- Milan-Italy. In forza dell’art. 21 della Costituzione Italiana, la professione giornalistica si svolge -nel rispetto delle leggi e della deontologia- senza autorizzazioni o censure.
Necessary cookies are absolutely essential for the website to function properly. This category only includes cookies that ensures basic functionalities and security features of the website. These cookies do not store any personal information.
Any cookies that may not be particularly necessary for the website to function and is used specifically to collect user personal data via analytics, ads, other embedded contents are termed as non-necessary cookies. It is mandatory to procure user consent prior to running these cookies on your website.

source

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Solo prodotti Italiani
Logo
Reset Password
Shopping cart