Un'analisi del programma del Movimento 5 Stelle sull'istruzione | A. Gavosto – Lavoce.info

Di Andrea Gavosto
il 09/09/2022
in Elezioni 2022, Scuola, università e ricerca
Scuola e università sono citate, con più o meno spazio dedicato, nei programmi di tutti i partiti candidati alle politiche. In una serie di articoli, analizziamo alcune delle proposte. Ecco quelle dal programma del Movimento 5 Stelle.
Un programma sintetico
Il programma del Movimento 5 Stelle su scuola e università è molto sintetico: presenta, senza elaborarli, alcuni punti – la maggioranza dei quali presenti nelle piattaforme elettorali di altri partiti e già discussi in questa serie di commenti. Le proposte sono:

Non si parla più di “classi-pollaio”
Sorprendentemente, nel programma non figura l’eliminazione delle “classi-pollaio” e la riduzione del numero di allievi per classe, che era stato il cavallo di battaglia dei Cinquestelle nella scorsa campagna elettorale. L’affermazione dell’eccesso di studenti si basa su argomentazioni discutibili. La legge prevede che nelle scuole primarie gli alunni siano compresi fra 15 e 27; nelle secondarie di primo grado fra 18 e 28; nelle secondarie di secondo grado fra 27 e 30; inoltre le scuole hanno un margine di flessibilità del 10 per cento; in presenza di uno studente disabile la soglia scende a 20 alunni. Se si adottano i criteri di legge, secondo le stime di Fondazione Agnelli (2019) la percentuale delle classi sovraffollate è appena dello 0,5 per cento, quasi tutte concentrate nei primi due anni delle scuole superiori e all’interno di realtà metropolitane. Recentemente il Ministero dell’Istruzione ha confermato che delle 331 mila classi quelle che eccedono 30 allievi sono lo 0,6 per cento del totale; quelle che eccedono i 27 (quindi sotto soglia per le superiori) sono il 2,5 per cento (6,5 per cento alle superiori). Si tratta di numeri molto piccoli e di situazioni specifiche (che vanno in ogni caso risolte), a fronte di una media di allievi per classe che a livello nazionale è di 19 alle primarie, 21 alle medie e 22 alle superiori, peraltro in ulteriore riduzione a causa del declino della popolazione studentesca. Evidentemente, questi numeri hanno indotto i Cinquestelle a non considerare più le classi-pollaio un tema urgente.
Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molti altri siti di informazione, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!

gavosto Andrea Gavosto è direttore della Fondazione Giovanni Agnelli dal 2008. Sotto la sua direzione la Fondazione ha concentrato le proprie attività di ricerca sui temi dell’education, pubblicando studi e rapporti sul sistema d’istruzione e l’università in Italia. Si è laureato in Economia all’Università di Torino, completando la sua formazione accademica alla London School of Economics. È stato Chief Economist in Fiat Group e Telecom Italia; ha inoltre lavorato presso il dipartimento di ricerca di Banca d’Italia. È stato Visiting Fellow di NBER. Ha pubblicato numerosi saggi in campo macroeconomico, dell’economia del lavoro e dell’istruzione.
Precedente
Successivo
Aggiungi commento →
Chi propone il reddito di cittadinanza è contro l’istruzione. M5S farà emergere solo nuovi Di Maio, pronti a voltare le spalle per il proprio tornaconto. Stupisce che nei sondaggi (ma sono, appunto sondaggi) la gente non dia la responsabilità al M5S della folle legislatura appena trascorsa.
Non vengono pubblicati i commenti che contengono volgarità, termini offensivi, espressioni diffamatorie, espressioni razziste, sessiste, omofobiche o violente. Non vengono pubblicati gli indirizzi web inseriti a scopo promozionale. Invitiamo inoltre i lettori a firmare i propri commenti con nome e cognome.




document.getElementById( “ak_js_1” ).setAttribute( “value”, ( new Date() ).getTime() );
Per domande o richieste di traduzione dei contenuti scrivere a:
desk@lavoce.info
Copyright e disclaimer
Privacy
Le voci nel mondo
Contactlab: gestione newsletter
Iubenda: consulenza informatica
Emilio Dalla Torre: design e realizzazione del sito
Powered by WordPress & Theme by Anders Norén

source

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Solo prodotti Italiani
Logo
Reset Password
Shopping cart