Vendere (e comprare) online l'artigianato italiano, grazie a un gigante dell'e-commerce – Elle Decor

Westwing Italia mette la sua piattaforma di vendita a disposizione delle piccole imprese che non hanno canali di vendita digitali: ecco chi c’è, e come partecipare
Il tessuto produttivo italiano è fatto di milioni di piccole realtà artigianali e commerciali che in questi giorni di lockdown stanno facendo i conti con una sorta di alfabetizzazione digitale forzata.
“Finora la digitalizzazione del Paese – raccontava qualche giorno fa Edoardo Fleischner, docente di Comunicazione crossmediale all’Università di Milano, all’AGI – è avvenuta a macchia di leopardo, con ampie zone in cui il digitale non veniva usato per via di ritardi culturali, economici o delle infrastrutture. Ora queste macchie si stanno rapidamente unendo. Almeno dal punto di vista culturale si è dovuta superare la resistenza di molti a imparare l’uso di internet: molti hanno dovuto imparare a navigare, creare account mail o social. Sono certo che quando ne usciremo ci sarà un crollo del digital divide Italiano, almeno quello culturale”.
E come avviene in molti altri settori, scuola in primis, in cui chi è più digitalizzato aiuta chi lo è meno, in una sorta di condivisione delle competenze, anche nel mondo dell’imprenditoria e del design c’è chi si sta muovendo nello stesso modo: è il caso, ad esempio, di Westwing Italia che, a partire dal 20 aprile 2020, dedica una sezione speciale alle piccole realtà artigianali italiane e alle aziende che non hanno canali di vendita digitali per continuare le vendite attraverso la sua piattaforma, per sostenere il nostro patrimonio e l’artigianato e dare a queste imprese la possibilità di accedere alla sua target audience.
“Come tanti altri brand impegnati in prima linea alla ridefinizione del futuro dell’economia post COVID-19, Westwing si fa testimone di flessibilità, determinazione e capacità di reagire, caratteristiche che da sempre fanno parte del DNA del nostro paese e che oggi più che mai non dobbiamo sottovalutare” spiega Karim El Saket, Amministratore Delegato di Westwing Italia.
Tra i primi brand italiani che hanno aderito all’iniziativa ci sono, ad esempio, Cattelan Cycles, realtà di Cessalto (TV) che realizza biciclette di alta gamma unendo artigianalità italiana e tradizione ciclistica, o l’Atelier Martina Vidal Venezia, negozio di biancheria che propone collezioni Made in Italy con tessuti pregiati e di qualità, o ancora Studio Maleki Firenze, centro di produzione handmade di tappeti, arazzi e tessuti di lusso.
Tutti gli altri si possono scoprire sul sito westwing.it, mentre i brand che vorranno partecipare, potranno seguire il processo di selezione scrivendo a ufficio.stile@westwing.it.

source

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

Solo prodotti Italiani
Logo
Reset Password
Shopping cart